Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

AgendaFilleaFlickrFilleaTubetwitter 34x34facebook 34x34 newslettermail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

edilizia logo 1200

Una giornata di mobilitazione con 500 lavoratori sotto il Mit, provenienti dai cantieri liguri e piemontesi del Terzo Valico. Poi l'incontro con il ministro Toninelli. Il comunicato di Fillea Filca Feneal

Domani arriveranno a Roma dalla Liguria e dal Piemonte circa 500 lavoratori del Terzo Valico, per la manifestazione al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, in piazzale Porta Pia    

Venerdì 5 ottobre i Segretari generali di Fillea Filca Feneal hanno inviato una lunga lettera aperta al Presidente del Consiglio ed ai Ministro delle Infrastrutture e dello Sviluppo Economico. Il testo

Slider

 Via libera dei lavoratori dell’edilizia all’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto industria e cooperazione  2018-2020, che interessa oltre un milione di addetti                       

Il 96% circa dei lavoratori che hanno partecipato alle tantissime assemblee, infatti, ha approvato l’intesa sottoscritta dai sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil e da Ance e Coop nel luglio scorso, che prevede elementi importanti su salario, welfare, secondo livello di contrattazione, occupazione giovanile e prepensionamento. Il dato è stato diffuso ieri nel corso dell’Assemblea unitaria dei lavoratori edili, dalla quale è emersa l’esigenza di continuare a fare pressing sul governo per cantierizzare le opere previste e completare quelle già avviate, e per costituire un tavolo a Palazzo Chigi sulle infrastrutture e sullo politiche del settore. L’Assemblea, infine, ha chiesto l’immediata applicazione del contratto sottoscritto, contro ogni deroga, lanciando un ultimatum alle organizzazioni delle imprese artigiane: se entro pochi giorni non si sbloccherà la trattativa per il rinnovo del contratto, scaduto oramai da due anni e mezzo e atteso da migliaia di lavoratori, ci sarà la mobilitazione di tutto il settore. 

 

IL TUO CONTRATTO

facebook

mail

twitter

you tube

busta paga

newsletter

flickr

agenda