Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

AgendaFilleaFlickrFilleaTubetwitter 34x34facebook 34x34 newslettermail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

 16.06.17 Domani a Roma arriveranno migliaia di lavoratori del settore delle costruzioni per partecipare alla mobilitazione della Cgil contro lo “schiaffo alla democrazia”                         

che ieri ha visto il suo atto finale  con l’approvazione da parte del Senato della “manovrina” con cui il Governo ha reintrodotto i voucher. In tanti, all'interno di spezzoni di corteo coloratissimi, porteranno sulle magliette la scritta #SiLavoroBuonoNoBuonoLavoro”, altri invece #SiLavoroVeroNoLavoroNero”. Sono previste delegazioni di lavoratori dell'edilizia e degli impianti fissi e materiali da costruzioni da tutte le regioni, che porteranno in piazza le voci e le richieste del settore, da quelle degli anziani muratori che chiedono di cambiare i paletti dell’Ape social perché è impossibile ed ingiusto costringerli a stare sulle impalcature fino a 70 anni, a quelle dei più giovani che chiedono meno precarietà e più diritti, come gli operatori del restauro e dell’archeologia che la Fillea organizza su tutto il territorio nazionale, a quelle dei lavoratori delle tante aziende in crisi su cui sono aperti i tavoli ministeriali, a quelle dei lavoratori delle concessionarie autostradali che chiedono sicurezza sul lavoro e garanzie sul futuro occupazionale, a quelle degli operai delle imprese sottratte alle mafie che attendono la ripresa produttiva.

Con loro, il segretario generale Alessandro Genovesi, che ricorda “la nostra gente sarà in Piazza San Giovanni a sostegno della Nuova Carta dei Diritti e contro il ripristino dei voucher nelle imprese italiane che, anche visti i meccanismi facilmente aggirabili previsti dalla nuova norma, torneranno ad essere uno strumento per eludere leggi e contratto in tutti i settori. Insieme alla Confederazione continueremo la battaglia per affermare diritti e tutele, unica via per uscire dalla crisi, contro ogni tentativo di zittire la voce di milioni di uomini e donne, giovani e non, che chiedono di poter dire la propria ed incidere sulle loro condizioni materiali.”

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.

captcha 

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter