Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

AgendaFilleaFlickrFilleaTubetwitter 34x34facebook 34x34 newslettermail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Sottoscritta da Fillea Filca Feneal e Confapi Aniem l'ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL laterizi e manufatti cementizi delle piccole e medie imprese. Ora la parola passa ai lavoratori               
 
I sindacati di categoria Feneal-Uil, Filca-Cisl,  Fillea-Cgil, insieme alla parte datoriale Confapi Aniem, hanno sottoscritto l'ipotesi di  accordo per il rinnovo del contratto nazionale laterizi e manufatti cementizi per gli oltre 5 mila addetti distribuiti nelle 500 piccole e medie imprese del settore. L’incremento salariale nel triennio a livello C (parametro 136) è pari a 64 euro e diviso in tre tranches.
Gli aumenti  salariali decorrono dal 1° giugno 2017 (24 euro), dal 1° ottobre 201  (20 euro) e dal 1° gennaio 2018 (i restanti 20 euro). Gli aumenti retributivi tengono conto del ritardo del rinnovo, visto che il contratto era scaduto il 31 marzo 2016, e del peso della bilateralità nel sistema Confapi. Il contratto avrà vigenza fino a tutto giugno 2019.
Molto importanti le novità in tema di welfare: per la previdenza complementare Fondapi ilcontributo a carico dell’azienda sarà dell’1,70% a regime (dal 1° marzo 2019). Per la sanità integrativa, invece, le parti hanno deciso che dal mese di ottobre del 2018 la contribuzione a carico delle aziende aumenterà di 4 euro, per un totale di 10 euro mensili.
Il rinnovo, inoltre, ha adeguato le normative di orario di lavoro, prevedendo la consultazione e un accordo con le Rsu in caso di ricorso alla flessibilità. Inoltre sono stati adeguati alle vigenti norme di legge gli istituti del part-time, dell’apprendistato e della formazione. Le patologie come la ludopatia, o l’alcolismo, sono state considerate come elementi di una situazione di malattia. Infine restano il ‘diritto alle prestazioni della bilateralità’, e viene confermato l’impegno delle aziende ad aderire al sistema della responsabilità sociale di impresa. 
Adesso è previsto l’avvio delle assemblee in tutti i luoghi di lavoro per l'approvazione del testo. 
 

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.

captcha 

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter