Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

AgendaFilleaFlickrFilleaTubetwitter 34x34facebook 34x34 newslettermail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

All'indomani dell'indagine sull' utilizzo di caporali e lavoro nero per le "casette" in Umbria, Alessandro Genovesi chiede al Commissario per la ricostruzione l'ordinanza spcifica sul Durc per congruità      

10.10.17 "Quello che prefetture, parti sociali, struttura commissariale, regioni stanno facendo per garantire una ricostruzione nelle aree del sisma, tenendo insieme efficienza, qualità e regolarità del lavoro,  è uno sforzo enorme, che riesce a mantenere alta la guardia contro furbetti e sfruttatori" é quanto afferma il segretario generale della FIllea Cgil Alessandro Genovesi, all'indomani della notizia sull'indagine aperta dalla procura di Napoli sull'utilizzo di lavoratori in nero e caporalato nella costruzione delle casette in Umbria. 

"Tali attenzioni necessitano però di uno strumento che svolga una funzione preventiva, uno strumento che da subito metta fuori le imprese più scorrette e che non applicano il contratto di lavoro dell’edilizia. Questo strumento si chiama Durc per Congruità, estendendo a tutto il cratere la normativa e gli strumenti oggi già disponibili in Umbria e che, non a caso, hanno aiutato nell’opera di denuncia" prosegue Genovesi, che ricorda "da mesi stiamo attendendo un’ordinanza specifica da parte del Commissario, per di più già condivisa – da quello che ci risulta – dai Presidenti delle Regioni interessate."

Dal leader degli edili Cgil dunque l'appello al nuovo Commissario affinché “l’ordinanza sia pubblicata subito, sia già applicabile senza tanti rinvii e  permetta immediatamente quel lavoro di predisposizione tanto per il sistema delle Casse Edili che per gli stessi uffici per la ricostruzione”.

 

La dichiarazione ripresa dal Corriere dell'Umbria >>

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.

captcha 

facebook

mail

twitter

you tube

busta paga

newsletter

flickr

agenda