Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

AgendaFilleaFlickrFilleaTubetwitter 34x34facebook 34x34 newslettermail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

 

Il 14 febbraio a Roma un confronto tra i direttivi nazionali di Fillea Filca Feneal ed esponenti delle maggiori forze politiche sulla proposta unitaria di applicare in cantiere un solo Contratto nazionale.

All'iniziantiva,  in programma alle 9.30  presso la Sala delle Carte Geografiche, in via Napoli 36, sono stati invitati i rappresentanti delle maggiori forze politiche. Hanno garantito la presenza l’onorevole Cesare Damiano ed i senatori Maurizio Sacconi e Federico Fornaro. 

Nel corso dell’incontro, che vedrà riuniti i Direttivi unitari di Feneal, Filca, Fillea, verranno presentate le proposte delle tre sigle sul tema del dumping contrattuale e della fuga dal contratto edile verso l’applicazione di contratti meno onerosi, “una tendenza – dichiarano i segretari generali Vito Panzarella, Franco Turri, Alessandro Genovesi - che si sta diffondendo in varie realtà produttive e attraverso cui moltissime imprese risparmiano sulla pelle dei lavoratori e a discapito della concorrenza leale tra imprese sane.” 

“Il sistema del massimo ribasso – spiegano - non sembra più essere appannaggio esclusivo del sistema di aggiudicazione degli appalti pubblici, ma è oramai diventato anche il criterio di scelta dell’applicazione contrattuale da parte di molte imprese a danno della sicurezza e dei diritti dei lavoratori, della qualità delle imprese stesse e del lavoro. Per questo occorre mettere un freno alla giungla di contratti che si applicano nei cantieri edili, perché applicare il giusto contratto non è un costo ma un investimento, a partire da una riduzione del numero dei contratti e ripristinando, anche attraverso un obbligo contrattuale e normativo, l’applicazione del Ccnl più attinente alla reale attività di impresa e al luogo dove essa si svolge.”

Vai all'invito >

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.

captcha 

facebook

mail

twitter

you tube

busta paga

newsletter

flickr

agenda