Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

AgendaFilleaFlickrFilleaTubetwitter 34x34facebook 34x34 newslettermail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Fillea e sindacato delle costruzioni romeno FGS siglano un patto di collaborazione per la tutela dei lavoratori edili che si trasferiscono in Italia e per quelli che vogliono tornare nel proprio Paese   

26.02.18 “Il patto di collaborazione che abbiamo siglato oggi con il sindacato delle costruzioni romeno FGS rappresenta un ulteriore strumento di tutela dei lavoratori edili, sia di quelli che sono in procinto di trasferirsi in Italia, sia di quelli che dopo aver lavorato in Italia vogliono tornare in Romania.” E’ quanto ha affermato oggi Alessandro Genovesi, in occasione della firma di un protocollo tra il principale sindacato italiano delle costruzioni e il principale sindacato romeno, avvenuta nella sede della Fillea nazionale, alla presenza - tra gli altri - di Fausto Durante, Resp. Politiche europee e internazionali CGIL, Andrei Sfirloaga e Mirela Videa, Consiglieri per lavoro e affari sociali all'Ambasciata di Romania in Italia,  Larisa Papp, Direttrice Dip.Controllo rapporti di lavoro, Ispezione del lavoro, Inspectia Muncii, Romania, Mercedes Landolfi, responsabile Politiche Immigrazione Fillea. 

La collaborazione “nasce dalla necessita'  sia di rilanciare l'attivita' del nostro ufficio a Bucarest per dare tutele ai lavoratori romeni in Italia, che in edilizia rappresentano la più grande comunità di lavoratori stranieri,  sia provare a sostenere la sindacalizzazione dei lavoratori rumeni che spesso lavorano con aziende italiane in Romania. In questo quadro e' necessario rinsaldare i rapporti con il sindacato romeno, l' ambasciata e le istituzioni dedicate al lavoro e ai servizi ispettivi romeni” ha aggiunto il segretario generale Fillea, sottolineando l’importanza “di un appoggio anche logistico e politico per i tanti distacchi internazionali che spesso nascondono forme di caporalato e lavoro nero.”

Per la Fillea “sconfiggere il dumping e lo sfruttamento dei lavoratori romeni in Italia, che rappresentano la comunità straniera più numerosa nel settore dell’edilizia e’ un obiettivo prioritario, così come rafforzare la cultura dei diritti tra i lavoratori in Romania” ha proseguito Genovesi “costruendo una rappresentanza piu' forte del movimento sindacale in Europa e nei due paesi.”

Previsti nell'accordo di collaborazione anche l’impegno degli edili Cgil sulla formazione rivolta a sindacalisti romeni - sono già decine i funzionari di origine romena nelle file della Fillea - e punti di informazione in Romania, oltre che una serie di scambi informativi ed organizzativi tra le due centrali sindacali. 

 

Il Protocollo >

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.

captcha 

facebook

mail

twitter

you tube

busta paga

newsletter

flickr

agenda