Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

edilizia logo 1200

Da Cassa Depositi e Prestiti il via libera a Progetto Italia. Genovesi: bene, sia la premessa per accelerare completamento opere.“Come Fillea Cgil e come Cgil siamo stati dall’inizio sostenitori di un’operazione

Genovesi: troppi NO frenano il rilancio del Paese. Inascoltati il nostro grido di allarme e le proposte unitarie del 15 marzo. Se continua così, in autunno di nuovo in piazza.        

Approvata dai lavoratori l'intesa per la vendita della Tecnis Spa alla D'Agostino Costruzioni Srl. Lo fanno sapere Fillea Filca Feneal all'indomani dell'assemblea, conclusa con un Si unanime.    

Slider

30.11.16 ”Capiamo l'enfasi del Sottosegretario Nannicini sull'Ape e capiamo anche che - alla vigilia di un importante referendum per le sorti del Paese - ci sia un po' di confusione, ma mettiamo tutti sull'avviso che così come sono, le norme sull'Ape Agevolata rischiano solo di essere uno spot e non una risposta concreta per i tanti lavoratori edili che a 63 e più anni stanno ancora sulle impalcature, rischiando la vita tutti i giorni". E’ quanto ha affermato Alessandro Genovesi, intervenendo all'Assemblea Generale della Fillea Cgil ad Alessandria.

 

"Così come sono le norme, infatti, con i 36 anni minimi di contributi di cui 6 anni continuativi come condizioni minime per accedere all'Ape Agevolata, stiamo praticamente dicendo che nessun operaio edile potrà beneficiarne, essendo il lavoro edile per definizione discontinuo, con lavori che iniziano e finiscono con l'apertura e chiusura dei cantieri e con una carriera previdenziale con periodi strutturali di non lavoro. Per questo insieme a Feneal Uil e Filca Cisl stiamo chiedendo ai Senatori di tutti gli schieramenti politici di sostenere emendamenti che riducano il tetto dei 36 anni - quando la stessa legge sui lavoratori usuranti prevede i 35 anni - e soprattutto facciano sparire ogni riferimento al requisito della continuità contributiva, altro requisito finora completamente assente nel panorama delle norme sulle uscite previdenziali.“

IL TUO CONTRATTO

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter