Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

legno&arredo titolo 1200

Il 22 ottobre 2020 siglata ipotesi di rinnovo CCNL Legno-Arredo, scaduto da oltre un anno e mezzo. In questa pagina: testo integrale, comunicato unitario, messaggio di Genovesi, volantino Fillea, tabella

La lettera di Alessandro Genovesi al Direttore del Sole 24 Ore a proposito della firma del Contratto Nazionale del Legno-Arredo, in risposta alle affermazioni del capo-delegazione FederLegno Bellin.  

Discussa e approvata una ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL del legno, sughero, mobile, arredamento e boschivi forestale. Stop alle mobilitazioni.            

Slider

 25.01.12 Importante affermazione della Fillea nelle elezioni per il rinnovo delle RSU alla De Carlo Spa, azienda di infissi del tarantino. Con tre delegati su sei, la Fillea stabilisce il suo primato storico nell'azienda "ed è proprio per questo motivo che in noi risiede una responsabilità particolare frutto del gradimento dei lavoratori rispetto alla nostra idea programmatica di sostegno e sviluppo di questa azienda" è il giudizio di Luigi Lamusta, segretario generale della Fillea Taranto, che prosegue "ai tre delegati della Fillea, insieme al gruppo dirigente locale del sindacato toccheràla difficile gestione della crisi inattesa per un settore che fino a ieri aveva registrato un discreto successo in termini di commesse e gradimento del mercato. La De Carlo lavora all’estero e rappresenta una realtà che ha saputo internazionalizzare e innovare – spiega ancora Lamusta – per questo porremo in campo tutte le iniziative possibile per salvaguardare quel patrimonio d’impresa e soprattutto il suo cartello produttivo."
Nel mese di marzo tornerà sul tavolo del Ministero la crisi di questa azienda, con i suoi 300 dipendenti in cassa integrazione "bisognerà ridiscutere il rinnovo della Cassa Integrazione ordinaria che sinora ha potuto contare sull’apporto della formula “on the job” alternando, come previsto dal Decreto Sacconi, fasi di lavorazione a fasi di formazione continua per i lavoratori.Ma c’è da programmare un intervento strutturale più a lunga scadenza" continua il segretario Fillea "considerato che la De Carlo è ad oggi anche un’icona del Made in Italy che però nel prossimo biennio vedrà scadere i contratti a termini per oltre una ventina di operatori specializzati del settore."
Si confida, dunque, nella ripresa. Voci di corridoio garantirebbero un sospiro di sollievo per la spa tarantina che proprio in questi ultimi mesi si sarebbe aggiudicata due importanti commesse in America, notizia che per la Fillea rappresenta "un piccolo barlume di speranza, considerato che le previsione del 2012 facevano già registrare un calo del 30% del mercato totale."

IL TUO CONTRATTO

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter