Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

 La crisi di Astaldi rischia di mettere al tappeto un comparto strategico per il Paese, quello delle grandi infrastrutture" è l'allarme che lanciano Alessandro Genovesi e Vincenzo Colla. Il comunicato             

ASTALDI E GRANDI OPERE: UN TAVOLO A PALAZZO CHIGI PER EVITARE IL BLOCCO DEL PAESE

 "La crisi di Astaldi rischia di mettere al tappeto un comparto strategico per il Paese, quello delle grandi infrastrutture" è l'allarme che lanciano Alessandro Genovesi, segretario generale della Fillea e Vincenzo Colla, segretario nazionale Cgil con delega alle infrastrutture.

 "Oltre ad esprimere preoccupazione per il futuro di migliaia di lavoratori del gruppo Astaldi e dopo aver più volte evidenziato anche in queste ore quanto sta succedendo nel settore delle grandi opere, è evidente che il combinato disposto dell’incertezza sulle risorse di Connettere l’Italia e la crisi, soprattutto di liquidità, dei pochi grandi players rimasti, rischiano di bloccare centinaia di cantieri e di fatto l’intero Paese" proseguono Genovesi e Colla, chiedendo "un tavolo strategico che metta insieme strumenti finanziari anche straordinari, politiche industriali mirate e strategie di lungo periodo per evitare che le grandi opere si fermino. E’ il momento che questo tavolo si apra e si apra a Palazzo Chigi. Il sindacato farà di tutto affinché il Paese non subisca questo colpo micidiale che ne pregiudicherà per molti anni competitività e tenuta sociale”.