Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Proclamato in tutti gli stabilimenti Buzzi Unicem lo stato di agitazione  per protestare contro la chiusura dei siti di Testi/Greve in Chianti e Arquata Scrivia. Il 18 febbraio le assemblee.                      


Stato di agitazione dell’intero Gruppo ed il 18 febbraio due ore di assemblea in tutti gli stabilimenti: è la risposta dei lavoratori Buzzi Unicem a difesa dei loro colleghi impegnati negli stabilimenti di Testi/Greve in Chianti (Firenze) e Arquata Scrivia (Alessandria), per i quali è stata annunciata la chiusura. A decidere questa iniziativa le segreterie nazionali di Feneal Filca e Fillea e le Rsu del Gruppo, nel corso del coordinamento nazionale delle Rsu.

 “Giovedì in tutti gli stabilimenti del Gruppo – spiegano Feneal, Filca, Fillea - si terranno due ore di assemblea a sostegno della lotta dei 95 lavoratori di Testi e Arquata, contro la decisione dell'azienda di chiudere questi due stabilimenti. È troppo facile scaricare sui lavoratori le conseguenze di decisioni aziendali sbagliate e affrettate: ci aspettiamo invece serietà e buon senso da parte di Buzzi Unicem, e proposte concrete che diano risposte all’altezza della situazione. Lasciare indietro anche solo uno dei lavoratori coinvolti è inaccettabile”, hanno concluso i sindacati.

 BuzziUnicem ChiusuraSiti5febbraio2021