Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

Calabria1Il Congresso della Fillea Cgil Calabria ha eletto Simone Celebre segretario generale della categoria degli edili calabresi. Celebre, qualche settimana fa, era stato confermato alla guida della Fillea di Cosenza e guiderà, pertanto, sia il comparto territoriale che quello regionale. Come sottolineato dai numerosi interventi che si sono succeduti nel corso del dibattito, dalla sindaca di Roseto, al vicepresidente di Ance Calabria, anche la scelta di celebrare il congresso nella cittadina di Roseto Capo Spulico "intende essere un segnale per porre l'attenzione sulla strategicità di questo territorio che dovrà ospitare uno dei più grandi cantieri d'Italia per la costruzione del 3° megalotto della SS 106 Sibari-Roseto, con investimenti per quasi un miliardo e mezzo di euro ma, soprattutto, costituirà linfa vitale in termini di posti di lavoro per tutta la Calabria, con la speranza che si possa invertire la rotta nel settore dell'edilizia che, in questi ultimi anni, nel nostro territorio, ha toccato i minimi storici". Lo stesso Antonio Di Franco, della segreteria nazionale della Fillea Cgil, presente ai lavori congressuali, profondo conoscitore delle problematiche del settore per averle gestite in prima persona fino a qualche anno fa, ha sottolineato l'alto potenziale dei progetti messi in campo sia in termini di risorse economiche, che di creazione di posti di lavoro. Celebre, nel suo lungo ed appassionato intervento, ha affrontato una attenta analisi delle condizioni lavorative nel nostro territorio e dell'impatto sulle stesse della programmazione politica, senza tralasciare l'impegno, come sindacato, di porre al centro delle analisi strategiche i luoghi di lavoro, restituendo potere ai lavoratori, ponendo la sfida della produttività, degli investimenti e della partecipazione come interesse primario per una nuova divisione internazionale del lavoro. 

Vai ai documenti e alle foto dei congressi territoriali >

 

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter