Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Sottoscritto il contratto integrativo edile della provincia di Napoli. Soddisfatti i sindacati, che poi puntano il dito sulle opere pubbliche e sulle risorse. L'articolo del quotidiano Roma

Di seguito il testo dell'articolo:

Siglato l'accordo per il rinnovo del contratto integrativo provinciale dei lavoratori edili, valido fino al 31 dicembre 2019. L'intesa è stata siglata nella sede dell'Acen, alla presenza di decine di lavoratori e delegati sindacali, dalla vicepresidente dell'Acen, con delega alle Relazioni Industriali e agli Affari sociali, Federica Brancaccio e dai segretari provinciali della Feneal Uil Napoli, Andrea Lanzetta, della Filca Cisl, Raffaele Del Solio e della Fillea Cgil, Giovanni Passaro. Il contratto prevede un Elemento variabile di retribuzione di 31.80 euro lordi per il terzo livello e un'indennità di mensa giornaliera pari a 5.28 euro.

«Buono il risultato raggiunto hanno sottolineato i rappresentati di imprese e lavoratori ma il nostro impegno dovrà continuare con azioni di consolidamento del rilancio qualitativo degli enti bilaterali per rispondere a esigenze reali di lavoratori e imprese».

Nell'accordo, un importante passaggio riguarda la strategia per combattere lavoro nero e grigio, nel rispetto della legge regionale che monitora e verifica la reale presenza dei lavoratori nei cantieri.

«Considero la sottoscrizione del contratto un punto di partenza e non un punto di arrivo ha detto Federica Brancaccio specie in un periodo di crisi come quello attuale dove i sacrifici richiesti alle aziende e ai lavoratori sono notevoli. Sono soddisfatta, ma per quanto mi riguarda ha aggiunto la vice presidente dell'Acen la cosa più importante è la gestione del contratto affinchè si garantiscano il rispetto delle regole per la tutela dei lavoratori, la correttezza e la trasparenza del mercato, ponendo tutte le imprese nelle medesime condizioni».

Soddisfatti anche i sindacati delle costruzioni di Napoli che riconoscono all'Acen la sensibilità verso i lavoratori e le loro famiglie in un momento particolarmente difficile per il settore. «Gli addetti alle costruzioni stanno contribuendo a migliorare il volto della città, e ne sono solo alcuni esempi le stazioni della metropolitana, l'Ospedale del Mare, la stazione Alta velocità, il Rione Terra.

Dobbiamo continuare in questa logica hanno concluso i segretari Lanzetta, Del Solio, Passaro ma per farlo è necessario che le risorse finanziarie per le opere pubbliche siano disponibili in tempo reale».

 

Vai al testo >>

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter