Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

A quattro giorni dalla prevista fine dei lavori della Commissione di valutazione dei requisiti per l'acquisizione della qualifica di restauratore, dal Mibact tutto tace.Fillea: Ministro faccia il suo dovere

 

"Il MIBACT, Ministero dei Beni Culturali, con il suo Decreto del 29/7/2016, n° 79, affermava che la Commissione di Valutazione dei requisiti per l’acquisizione della qualifica di restauratore, avrebbe terminato i suoi lavori entro il 30 giugno 2017. In base all’art. 182 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (Dlgs 42/2004) ridelineato con la Legge 7/2013, finiti i lavori della Commissione, il MIBACT avrebbe emanato l’elenco dei restauratori ammessi alla qualifica. Siamo al 4 luglio e il Ministero non ha dato nessuna notizia né dei lavori della Commissione, né della loro conclusione, né della data in cui verrà emanato l’elenco." E' quanto si legge in una nota della Fillea nazionale, firmata dal segretario nazionale Ermira Behri e dal Ada Lorandi del Dipartimento Alte professionalità e contrattaizone inclusiva. 

2Ci sono migliaia di lavoratori del restauro che da anni attendono finalmente un riconoscimento ufficiale del loro titolo professionale, in modo da poter lavorare con i requisiti richiesti senza incertezze e senza essere condizionati da valutazioni soggettive da parte dei datori di lavoro, dei committenti, che delle Soprintendenze" prosegue la nota "nei mesi scorsi, come Fillea Cgil, abbiamo chiesto più volte un incontro con il Ministero, proprio per avere aggiornamenti sui lavori della Commissione, ma non ci è stata data risposta. La Fillea Cgil, che rappresenta una parte di questi lavoratori, chiede che il MIBACT al più presto dia una informazione completa sulla conclusione dei lavori, sui risultati del lavoro della Commissione e sui tempi di emissione dell’elenco. E’ un atto dovuto - concludono Behro e Lorandi - ai diretti interessati ed ai cittadini, da parte di una Istituzione Pubblica."

lettera di una restauratrice di Venezia >>

 

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter