Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Il tema della sicurezza a 360° nel settore delle costruzioni, la manutenzione negli edifici pubblici e privati, la consapevolezza del rischio sismico e idrogeologico, gli investimenti nella  prevenzione con nuovi modelli di costruzione,  il rispetto delle regole nei cantieri e la sicurezza sociale dei lavoratori. Di questi temi si parla  nell'iniziativa degli edili “Palermo e il lavoro in sicurezza”,   che si tiene il 6 ottobre con due tavole rotonde a palazzo Cefalà di mattina e a piazza Sant'Anna nel pomeriggio e, a conclusione, sempre in piazza  la festa del tesseramento della Fillea Cgil Palermo.  

Quali sono gli edifici e le zone di Palermo a maggiore  rischio sismico e idrogeologico? Quali le misure possibili per rendere più sicuri  ospedali, scuole, uffici e case  private in caso di calamità naturali? Sarà presentato il report aggiornato sulle opere necessarie per rendere più sicuri ospedali e scuole,  con dati sullo stato di salute  delle imprese edili, sugli  infortuni e sulle morti bianche. Mentre calano gli occupati in edilizia  a Palermo aumenta infatti il numero degli operai morti sul lavoro. In un quadro in cui l'occupazione diminuisce,  con  100  mila disoccupati a Palermo,  di cui il 13-14 per cento nel settore dell'edilizia, si sono registrati a Palermo (dato Inail gennaio-giugno 2017) 11 morti sul lavoro,  di cui 4 di operai edili.

“Il confronto  con architetti, geologi e rappresentanti di enti del settore e delle istituzioni sarà l'occasione per  interrogarci tutti sul ruolo dell'edilizia nel futuro della città, sulla riqualificazione urbana, sull'accelerazione degli appalti in tema di sicurezza, la qualità dei materiali nelle costruzioni, lo snellimento della burocrazia  per consentire nuovi investimenti, lo stato di salute delle imprese edili – dichiara il segretario della Fillea Cgil Francesco Piastra – Un'analisi ad ampio spettro per capire  come rendere Palermo più sicura nel caso di calamità naturali. Per riavviare il processo di sviluppo economico e  sociale del settore edile occorrono investimenti,  rivolti innanzitutto alla messa in sicurezza degli edifici pubblici e alle ristrutturazioni. Ci sono  troppe  opere annunciate sulla sicurezza che  stentano a partire”.   

Il programma. “La qualità del costruito” è il tema del primo incontro che si tiene il 6 alle ore 9,30 a palazzo Cefalà, in via Alloro, al quale partecipano Piero Ceraulo, della segreteria Fillea Cgil Palermo, il presidente dell'Ordine degli Architetti Franco Miceli, il geologo Beppe Vinti, il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, il segretario generale della Fillea Cgil nazionale Alessandro Genovesi, il sindaco Leoluca Orlando, il presidente Ance Fabio Sanfratello, il commissario regionale contro il dissesto idrogeologico Maurizio Croce. Presiede il segretario generale della Fillea Cgil Palermo Francesco Piastra. Coordina Antonio Fraschilla, di Repubblica Palermo.     

Il  bilancio sullo stato di salute del settore sarà aggiornato  nel corso del secondo incontro su “Sicurezza nel lavoro, sicurezza sociale e dei diritti”. Appuntamento  alle 17 a piazza Sant'Anna. “La Fillea pone l'altro grande tema della sicurezza sul lavoro e della sicurezza sociale. Chiediamo diventi prioritaria la discussione sul  sostegno al reddito,  sulle pensioni  eque per i lavoratori edili, su  come rafforzare le tutele previdenziali e sociali – aggiunge Piastra -  E c'è il tema del  diritto al lavoro, un diritto che manca per larga parte della popolazione in provincia Palermo.  L'edilizia potrebbe tornare a essere uno sbocco per l'occupazione se  la mole di investimenti annunciata si traducesse  in cantieri”. 

La tavola rotonda sarà presieduta dal segretario generale Fillea Cgil Sicilia Franco Tarantino e  coordinata da  Salvo Ricco del Giornale di Sicilia. Partecipano  Aldo Iacona, direttore Spresal Palermo, Francesco Piastra, segretario generale Fillea Cgil Palermo, Fabrizio Innaimi, direttore Inps Palermo, Paolo Agnilleri, direttore Panormedil, Alessandro Genovesi, segretario nazionale Fillea Cgil, Emilio Arcuri, assessore ai Lavori Pubblici e Angelo Minì, presidente Anaepa.     

Al termine della giornata avrà luogo in piazza Sant'Anna la Festa del tesseramento Fillea, la parte dedicata al confronto con gli iscritti. Alle ore 21 introduzione di Franco Presti, proiezioni video su Palermo e lettura della Poesia “Aree degli antichi mercati”. Spettacolo di cabaret con “I respinti”, “Lupetto” e “Akiz”, del programma televisivo Sicilia Cabaret. Animazione per i bambini a cura di Kambé Equipe. Ore 22.30 concerto live con “That's all band feat Reimond”. Infine la premiazione, con riconoscimenti assegnati ai più anziani e ai più giovani iscritti alla Fillea Cgil Palermo. 

FONTE: UFFICIO STAMPA CGIL PALERMO

VAI ALL'INVITO 

 

    

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter