Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Ricostruzione Centro Italia. Genovesi: l'ordinanza 78 del Commissario straordinario conferma strumenti contro lavoro nero. Ora la congruità anche a L'Aquila e attuazione dell'art.105 Codice Appalti             

02.07.19 "Con l’emanazione dell’Ordinanza n. 78 da parte del Commissario Straordinario per la ricostruzione del Centro Italia, in particolare con l’allegato 2 che indica modalità certe e più celeri (progetto esecutivo) per il Durc di Congruità e che riconferma integralmente l’accordo sindacale del 7 febbraio 2018 siglato dai sindacati dell’edilizia, si ribadisce l’operatività di questo fondamentale strumento, come motore principale per contrastare lavoro irregolare e poco sicuro”. Così dichiara in una nota Alessandro Genovesi, Segretario Generale della Fillea Cgil, il principale sindacato del settore.

“Grazie ad un costruttivo e serrato confronto tra parti sociali e il Commissario Dott. Farabollini in questi mesi, non solo si è evitato che un ricorso al Tar rallentasse gli strumenti per la regolarità del lavoro nella ricostruzione, ma si è ribadita l’applicazione esclusiva del CCNL dell’edilizia per tutte le attività rientranti nel campo di applicazione dei nostri contratti contro ogni forma di dumping, la funzione di controllo e collaborazione del sistema bilaterale tanto nella ricostruzione privata che pubblica, un maggiore coinvolgimento dei sindaci che saranno informati in caso di Durc per Congruità negativo relativamente ai cantieri presenti nei loro territori, la centralità di strumenti come il settimanale di cantieri fortemente voluto dallo stesso sindacato”.

“In attesa che l’ordinanza venga registrata dalla Corte dei Conti – continua Genovesi - essa è già operativa permettendo ad imprese, professionisti e al nostro sistema delle Casse Edili ed Edilcasse di predisporre al meglio tutti gli strumenti a vantaggio di una ricostruzione regolare, più veloce e di qualità. Diamo inoltre per scontato che, per il principio giuridico della non retroattività delle norme, per tutti i progetti già presentati si applichi quanto previsto dall’ordinanza 58 e per i prossimi (essendo passati i 30 giorni dalla pubblicazione sul sito del Commissario) la nuova ordinanza 78 che di fatto ripropone, migliorando, quanto già in essere”.

“In un momento in cui, in tanti, si è tentati di ridurre tutele e diritti, di fare del mondo dei lavori edili e degli appalti una giungla, vogliamo dare atto a tutte le associazioni datoriali, alla Rete Nazionale delle Professioni e al Dott. Farabollini, di aver confermato e rafforzato uno strumento a favore della regolarità del lavoro, della sicurezza, della qualità”.

“Ora la battaglia politica della Fillea Cgil  - conclude Genovesi – deve continuare per chiedere che la congruità venga recuperata anche nella ricostruzione de L’Aquila post sisma 2009 e che si dia attuazione all’art. 105 del Codice degli Appalti che dispone la generalizzazione della congruità in tutti i subappalti”.

I documenti:

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter