Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Natale è la festa di tutti, ma non per tutti: ecco lo spot della Fillea Cgil Campania per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema degli infortuni e dei morti sul lavoro. Il messaggio di Genovesi                                                                           

Il comunicato della Fillea Campania:
"Nel 2019 sono stati 72 i morti sul lavoro in Campania. Otto in più rispetto al 2018. Un fenomeno che continua tristemente a crescere e per il quale da tempo la Fillea Cgil chiede l’introduzione del reato di omicidio. Alle morti bianche è dedicato lo spot “Auguri al contrario” realizzato dalla Fillea Cgil Campania e prodotto da Suono Libero Music, diretta dal musicista Nando Misuraca, presentato oggi alla stampa nella sede della Cgil Campania a Napoli, con la partecipazione del segretario generale Fillea Cgil Campania, Enzo Maio, di Nando Misuraca e dell’assessore comunale di Napoli, Luigi Felaco. 
Protagonisti dello spot, con regia di Claudio D'Avascio e voce di Marco Pesacane, lo stesso Misuraca - che ha anche composto le musiche -  l'attrice Barbara Mercurio, i piccoli Maya ed Attilio Javier Zambrano e gli operai Mario Della Ragione, Gennaro Mollo e Salvatore Scotti. Il video finanziato ha ottenuto il patrocinio gratuito del Comune di Napoli, degli enti Bilaterali di Formazione e sicurezza del settore edile CPT e ESES di Salerno.
“Nella gioia di questo periodo festoso – ha detto il segretario generale Fillea Cgil Campania, Enzo Maio - nessuno ricorda le morti bianche. La Fillea Cgil è da sempre impegnata alla lotta dei fenomeni distorsivi e degenerativi del lavoro, dove, oltre al dumping contrattuale, il giusto salario e un sistema di regole di certificazione certa della congruità, la sicurezza rappresenta l’anello più debole di tale settore. È appena di qualche giorno fa la bruttissima notizia della morte di un lavoratore edile abbandonato davanti al portone nei vicoli di Forcella. Nessuno di noi può chiamarsi fuori dalla lotta alle morti sui luoghi di lavoro – continua Maio - è una battaglia di civiltà innanzitutto prima che di regole e norme. Chiedere l’inasprimento delle pene, come la richiesta di reato di omicidio sul lavoro, potrebbe essere non sufficiente se le coscienze dell’intera società civile restano insensibile difronte a tali barbarie”.Il progetto, presentato il 20 dicembre nella sede della Cgil Campania di Via Toledo, rappresenta il modo del tutto nuovo dell'affrontare il delicato tema delle morti sui luoghi di lavoro, spesso evidenziate solo ai fini statistici e mai nella loro vera drammaticità di piaga sociale cui è diventata. All'incontro con la stampa hanno partecipato il segretario generale Fillea Cgil Campania, Vincenzo Maio e il musicista Nando Misuraca, direttore dell'etichetta discografica indipendente Suono Libero Music e figlio di Bruno, geometra capocantiere deceduto sul lavoro nel '99 e, tutt'ora, senza giustizia." 

Nando lo abbiamo incontrato già un anno fa...
in occasione del nostro Congresso nazionale. A lui e al suo video "anime bianche", realizzato sempre con il sostegno della Fillea Campania, avevamo tributato un commosso applauso:  >> L'applauso  >> il brano Anime bianche 

>> Lo spot presentato oggi e che ci auguriamo tv e giornali on line vogliano diffondere come pubblicità sociale

Il saluto di Alessandro Genovesi >>

 

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter