Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

La lettera di Alessandro Genovesi al Direttore del Sole 24 Ore a proposito della firma del Contratto Nazionale del Legno-Arredo, in risposta alle affermazioni del capo-delegazione FederLegno Bellin.                    

Egregio Direttore, leggiamo con stupore, in una intervista del 27 u.s. al dott. Bellin di Federlegno, che nel rinnovo del CCNL la firma della Fillea Cgil si sarebbe aggiunta dopo, adombrando chissà quale "mistero".

Ora, come dimostrano i comunicati unitari, le agenzie stampa, la stessa anticipazione del Sole 24 ore di martedì 20 ottobre, dietro la sottoscrizione del CCNL non vi è alcun mistero. Certo la firma materiale è stata travagliata per diverse ragioni (interne o esterne al tavolo non ci interessa) e perché fino a giovedì pomeriggio i sindacati, ed in particolare la Fillea, hanno controllato i testi su eventuali parti normative non condivise e non attinenti alla parte economica (i testi infatti sono stati poi parzialmente modificati). Temi normativi che sono stati oggetto in quelle ore anche di un`interlocuzione tra realtà diverse della galassia Confindustria, che forse hanno peccato di non coordinarsi anche tra loro.

Se poi il dott. Bellin vuole evidenziare che la Fillea, in particolare, si è caratterizzata per aver mantenuto in piedi la mobilitazione anche nelle ore della trattativa (secondo noi facilitando l`intesa), dice il vero. Come direbbe il vero se evidenziasse chela Fillea Cgil ha insistito senza tema di smentita - affinché a parametro 100 gli aumenti avessero il "5" davanti (si è chiuso a 50 euro al primo livello), quando altri si erano detti pronti a sottoscrivere a cifre inferiori, come potrebbe testimoniare la delegazione trattante (forse questo ha prodotto irritazione in parte dei datori?).

Per noi rimane un risultato positívo, oltre agli aumenti inflattivi calcolati sull`IPCA integrale, il riconoscimento nel CCNL di quella produttività di settore che alcuni vogliono erogare solo al secondo livello (confondendola con la produttività aziendale) e che noi riteniamo si possa dare anche al primo livello, alla luce di quellalettera h) dell`Accordo Interconfederale che prevede aumenti de iminimi oltre l`inflazione a fronte di innovazioni tecnologiche o organizzative nel settore.Sperando con questa precisazione di chiudere qualsivoglia polemica, invito tutti - a partire dal sindacato - a concentrarci affinché, in questi giorni così complicati per la salute delle persone e la tenuta economica del Paese, prevalga coesione e senso di responsabilità.

Alessandro Genovesi

Segretario generale FILLEA CGIL

Vai al pdf >

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter