Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Incidente mortale nel cantiere di un sito Amazon ad Alessandria. Fillea e Cgil: Governo riapra tavolo su sicurezza. Sindacati territorio: 4 ore di sciopero il 3 maggio.                          

“Gravissimo quanto accaduto ad Alessandria. Il giorno dopo le celebrazioni mondiali per la sicurezza sul lavoro, ci troviamo nuovamente a contare vittime e feriti in un cantiere. L'indignazione non basta: occorre intervenire. Chiediamo all’Esecutivo di riaprire immediatamente il tavolo che era stato avviato con il governo Conte”. È quanto dichiarano la segretaria confederale della Cgil Rossana Dettori e il segretario generale della Fillea Cgil Alessandro Genovesi in seguito al crollo nel cantiere di Amazon della provincia piemontese, che ha coinvolto sei lavoratori, uccidendone uno e ferendone gravemente un altro.

“Nell’esprimere vicinanza alle famiglie e augurandoci che venga fatta al più presto chiarezza sui fatti di questa mattina – proseguono i dirigenti sindacali – ribadiamo che la sicurezza sul lavoro deve essere assunta come priorità e vista come investimento e non come costo”. 

Per Dettori e Genovesi “le regole esistenti vanno rispettate e implementate, ed è importante che non vi siano zone grigie nei casi di appalto e subappalto. Occorre dare attuazione al Durc di congruità e alla Patente a punti per le imprese, rafforzare i controlli e le sanzioni, alzare la guardia contro lavoro irregolare ed illegalità nel sistema degli appalti”.

“Per questo – concludono la segretaria confederale della Cgil e il segretario generale della Fillea – chiediamo al Governo di riaprire il tavolo sulla salute e sulla sicurezza che avevamo avviato al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali guidato dalla Catalfo. Con il ministro Orlando – aggiungono infine – abbiamo raggiunto l'importante obiettivo di aggiornare i protocolli sull'emergenza Covid, ora è il momento di intervenire anche sul Testo unico”.

Per il Segretario generale Fillea Cgil Piemonte, Massimo Cogliandro, “quanto sta accadendo è inaccettabile, in tutto il Piemonte continua la strage di lavoratori che escono di casa al mattino per recarsi a lavoro e non far più ritorno dalle loro famiglie, ma la cosa più drammatica è il riproporsi scientificamente della solita equazione che vede alla ripartenza dell’economia e del lavoro, la esponenziale e parallela crescita di infortuni e morti nei cantieri. E la politica cosa fa? Immagina di smantellare il codice appalti!”.

Oggi Alessandria, nei giorni scorsi Torino e ancora prima Asti, non si può assistere inermi a questa strage e non si può neppure continuare con la solita storia dell’indignazione del giorno dopo.

“Non a caso - sottolinea Cogliandro - il sindacato viene da una settimana di sciopero ad oltranza nei cantieri del Terzo Valico, proprio sui della temi della sicurezza e della salute dei lavoratori. Oltre ad eventuali iniziative unitarie, abbiamo intenzione di chiedere un incontro al Prefetto di Alessandria e anche all’Assessore Regionale con delega alla sicurezza. Noi - dichiara il segretario generale degli edili piemontesi - abbiamo delle proposte unitarie e importanti in materia di sicurezza e regolarità sul lavoro e vorremmo avanzarle, la sola indignazione del giorno dopo non basta per fermare le morti nei cantieri”. 

E  Fillea Filca Feneal Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil della provincia di Alessandria proclamano 4 ore di sciopero per la mattina di lunedì 3 maggio nel cantiere teatro dell’ennesima tragedia: «Contemporaneamente sarà nostra cura chiedere un incontro urgentissimo all’autorità prefettizia per la verifica delle misure che si intende adottare. Non è più procrastinabile l'introduzione del reato di omicidio sul lavoro  non è ammissibile che chi esce al mattino per recarsi al lavoro non torni alla propria casa ed ai propri cari».

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter