Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Prorogare il superbonus inserendo le risorse necessarie già dal prossimo decreto: Alessandro Genovesi al meeting Filiera dell'edilizia - forze politiche del 6 maggio.                      

“Prorogare il superbonus 110% inserendo le risorse necessarie già dal prossimo decreto “imprese” e senza attendere la legge Finanziaria significa rafforzare una misura utile a tutti. Perché è una misura su cui risparmia la famiglia, ci guadagniamo in salute - visto che le nostre case soprattutto quelle più vecchie, producono il 30% di tutta la Co2 - e per ogni anno di proroga del bonus si sostengono oltre 100mila posti di lavoro, tra diretti ed indotto: serve una visione di medio termine e una cultura di sistema, base per uno specifico patto tra produttori che mai come oggi la politica  dovrebbe valorizzare.” Così Alessandro Genovesi, segretario generale della Fillea, ha concluso il suo intervento nel corso del confronto con le forze politiche promosso dall’intera filiera dell’edilizia, svoltosi stamane in videoconferenza, per chiedere al governo di prolungare e rafforzare la misura del 110% sin dai prossimi provvedimenti.

“Per il momento questo provvedimento sta funzionando soprattutto per le villette, case unifamiliari e per le case più moderne ma non sta funzionando per i condomini e le case più vecchie (molto del nostro patrimonio risale agli anni 60 e 70), dove vi è la maggioranza della popolazione e che ha più bisogno di questi interventi anche per una questione sociale. Fare un salto di due classi energetiche vuol dire, tanto per essere chiari, risparmiare in bolletta tra i 650 e 1000 euro, in un Paese che ha 2 milioni di famiglie in povertà energetica e il 9,8 per cento degli italiani sotto la soglia di povertà. Il 110% avrebbe un effetto sociale importante, oltre che occupazionale.”

Però “se vogliamo che una impresa investa ed assuma, se vogliamo formare i lavoratori perché le nuove tecniche costruttive ed i nuovi materiali chiedono anche più competenze al lavoro, se vogliamo mettere mano veramente alle nostre periferie, bisogna essere in grado di pianificare. Per  i grandi condomini o per abbattimento e ricostruzione i cantieri si possono fare solo da marzo a settembre. Avere la garanzia del 2023 oggi  vuol dire poter aprire più cantieri nel 2022 che altrimenti non si apriranno” ha ribadito Genovesi, numeri alla mano. “Come Fillea Cgil abbiamo simulato che un anno di proroga del 110, incluso l'abbattimento delle barriere architettoniche ora inserito negli incentivi, vale 85.000 posti di lavoro full time in edilizia e 20mila nella produzione di materiali. Cioè potremmo dire che ogni anno di bonus 110 offre più di 100mila posti di lavoro, per dare lavoro ai tanti che nel settore dell'edilizia lo hanno perso negli ultimi anni, ma anche - venuto meno il blocco dei licenziamenti e la cassa integrazione Covid – per chi verrà da altri settori in difficoltà. Insomma il green building potrà rappresentare un buon bacino occupazionale per il Paese per molti anni, in coerenza con gli obiettivi Ue e Onu sulla sostenibilità e per una maggiore giustizia sociale.”

Infine, per Genovesi prorogare il provvedimento potrebbe rappresentare anche un “grande volano di qualificazione industriale delle imprese. In Italia abbiamo il 90 per cento delle imprese che fatturano meno di 500 mila euro - dati Ance -  con 1,6 dipendenti procapite. Quindi anche quando facciamo legittimi paragoni con la semplificazione in Inghilterra o in Germania ricordiamoci che in quei paesi la media di azienda è di 10/15 dipendenti. Il 110% è cioè anche uno strumento per avere imprese più strutturate, in grado di investire su più formazione, maggiore sicurezza sul lavoro e per combattere il lavoro nero ed irregolare.”

Vai all'intervento in audio >

Tutto il meeting > 

Vai al comunicato dell'evento >

06maggio2021 MeetingFiliera

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter