Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

89mila ispezioni, oltre 267mila lavoratori interessati da irregolarità: i dati allarmanti del Rapporto annuale dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro.                                                                                                            

"Nel 2020 il personale ispettivo ha avviato nuovi controlli nei confronti di 103.857 aziende, di cui: 83.421 controlli in materia lavoristica, di legislazione sociale e di salute e sicurezza sul lavoro (oltre l’80% del totale); 13.181 controlli in materia previdenziale (circa il 13% del totale); 7.255 controlli in materia assicurativa (il 7% del totale)." E' quanto si legge nella presentazione del Rapporto 2020 dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro - INL. 

79.952 ispezioni, 267.677 i  lavoratori interessati da irregolarità, di cui: 22.366 lavoratori in “nero”, pari all’8,4% del totale degli irregolari; 20.000 lavoratori tutelati con gli istituti della diffida accertativa e della conciliazione monocratica (art. 11 e 12 d.lgs. n. 124/2004). Recuperati contributi e premi evasi per un totale di circa 883 milioni, con illeciti riscontrati in 55mila aziende, con un tasso di irregolarità pari al 70% "tenendo conto soltanto delle aziende risultate irregolari e non anche delle posizioni tutelate con il ricorso alla diffida accertativa ed alla conciliazione monocratica, si ricava peraltro una media di 4,4 lavoratori irregolari (3,6 nel 2019) e di 15.857 € di recuperi previdenziali (12.485 nel 2019)", nel dettaglio le ispezioni: 

  • 61.942 (oltre il 77%) hanno riguardato la vigilanza in materia di lavoro, con una quota di irregolarità rilevata nel 66% dei casi esaminati;
  • 10.524 (oltre il 13%) hanno riguardato la vigilanza in materia previdenziale, con tasso di irregolarità rilevato nell’81% dei casi esaminati;
  • 7.486 (oltre il 9%) hanno riguardato la vigilanza in materia assicurativa, con una percentuale di irregolarità rilevata nell’87% delle fattispecie esaminate.

Vai al Rapporto !NL 2020 >

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter