Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Sottoscritto l’accordo che definisce l'incremento dei minimi retributivi per i lavoratori del settore Legno, mobile, sughero, Boschivi e Forestali tra FenealUil, Filca Cisl, Fillea Cgil e Federlegno.           

L'Accordo, come prevede l'attuale CCNL, rinnovato il 19 ottobre 2020, prevede il conteggio degli aumenti basato sul modello a ‘doppia pista salariale’. 

“Un meccanismo – spiegano i sindacati - che è stato molto dibattuto durate le trattative di rinnovo, ma che garantisce ai lavoratori il recupero reale del potere di acquisto e che porterà un incremento delle retribuzioni pari a 40,66 euro a parametro medio (140) a far data dal 1° gennaio 2022. L'indice IPCA integrale utilizzato (ovvero non depurato dai costi dell‘energia) per l'anno 2021 – aggiungono - è pari all’1,9%, mentre l'IPCA depurato sarebbe pari allo 0,8%. Pertanto gli aumenti totali della retribuzione a partire dal 1° gennaio 2020 fino alla scadenza contrattuale (31 dicembre 2022) – fanno sapere - sarà pari a 110,66 a parametro medio.

FenealUil, Filca Cisl e Fillea Cgil esprimono soddisfazione per l’accordo, “che – dichiarano - conferma la validità del meccanismo in atto anche a fronte del recupero integrale dell’inflazione e il buon esito della contrattazione di settore in grado di garantire ai lavoratori l'adeguamento delle retribuzioni al costo della vita.”

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter