Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

Dai sindacati delle costruzioni apprezzamento per l'accordo di collaborazione tra struttura antimafia e Commissario sisma per garantire sicurezza e legalità nei cantieri della ricostruzione.                       

Assicurare la sicurezza e la legalità nei cantieri della ricostruzione post sisma 2016: è l’obiettivo dell’Accordo di collaborazione fra la struttura di missione antimafia Sisma 2016 e il Commissario Sisma 2016, sottoscritto nei giorni scorsi alla presenza del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.  L’accordo, un altro tassello importante per prevenire e contrastare l’infiltrazione della criminalità organizzata e delle mafie nella grande opera di ricostruzione dell’area interessata dal terremoto, contiene come allegato il protocollo tipo da sottoscrivere nelle Prefetture territoriali delle 4 regioni interessate, Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria. 

“L’edilizia - dichiarano le segreterie nazionali di FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil – è un settore nel quale la criminalità fa spesso affari, con ripercussioni sulla qualità del lavoro e sulle condizioni dei lavoratori impiegati nei cantieri. Il protocollo intende contrastare tutte le forme di illegalità, come il lavoro nero, il dumping contrattuale, i fenomeni infortunistici, garantendo sicurezza, lavoro, salute, sviluppo del territorio”. 

Gli aspetti più significativi dell’accordo sono il rafforzamento del ruolo del sistema bilaterale, composto da Casse edili, Edilcasse, Scuole edili e Cpt; l’applicazione del contratto edile sottoscritto dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a tutti i lavoratori impiegati in cantiere; il ricorso al contratto a tempo indeterminato full time; l’obbligo del Durc di congruità; il settimanale di cantiere previsto dalla legge antimafia ora da inviare in forma semplificata alle casse edili Edilcasse; l’allargamento della sperimentazione del badge di cantiere, già avviata in due cantieri della provincia di Macerata; la raccolta da parte della Struttura del Commissario Sisma di diversi dati sulle imprese ed il lavoro edile attraverso una piattaforma digitale; il coinvolgimento dell’Inps per controllare la corretta applicazione del contratto edile. 

Per Feneal, Filca, Fillea “l’intesa raggiunta, grazie anche al forte coinvolgimento degli Enti bilaterali e delle organizzazioni sindacali è in grado di offrire precise garanzie per una ricostruzione trasparente e rapida, all’insegna della legalità nei cantieri e della sicurezza e della dignità dei lavoratori edili impegnati”.  

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter