Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

salute&sicurezza titolo 1200

L'opuscolo si propone di offrire uno strumento che consenta ai lavoratori e cittadini un rapido orientamento, nelle pratiche di patronato, legali e amministrative.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

C’è un filo comune che lega la tragedia dell’amianto e le morti che, purtroppo, ancora oggi si succedono quotidianamente: la mancanza di una cultura della sicurezza e una resistenza delle imprese nel non voler riconoscere i rischi ai quali vanno incontro le lavoratrici e i lavoratori in ogni momento della loro vita trascorso nei posti di lavoro. E’ una catena che unisce le morti per amianto con le vittime nelle fabbriche e nei campi con le altre che si susseguono con costanza quotidiana nei cantieri edili.

Dai dati dell’ultimo rapporto RENAM (Registro Nazionale dei Mesoteliomi)  pubblicato dall’Inail nel 2018, legati ai casi di mesotelioma da cause professionali, si evince che considerando l’intera finestra di osservazione (1993 - 2015) e i soli soggetti colpiti dalla malattia per motivo professionale, il settore di attività maggiormente coinvolto è l’edilizia (3.002 occasioni di esposizione, pari al 15,5% del totale della casistica); E’ in crescita la quota di soggetti con esposizione nell’edilizia che desta preoccupazioni anche per la possibilità di esposizioni attuali: dal 12,1% nel periodo 1993 - 1998 al 16,8% nel periodo 2011 - 2015, e la grande frantumazione dei settori con possibilità di esposizione deve essere considerata quando si discute di casi di mesotelioma, per i quali non esistono evidenze di attività “a rischio” svolte in precedenza. Le regioni con maggior peso della categoria degli edili rispetto ai casi esposti professionalmente sono Lazio, Toscana e appunto Sicilia.

Con questo opuscolo la Fillea Sicilia aggiunge un altro tassello al lavoro che stiamo facendo come sindacato degli edili, dal Piemonte alla Lombardia, dalla Emilia Romagna alla Sicilia. L'obiettivo che ci siamo posti con queste iniziative è quello di avviare un percorso di informazione e sensibilizzazione dei lavoratori e dei cittadini, per accrescere la consapevolezza sui pericoli dell’amianto per la salute e l’ambiente che riguarda tutti. Una vasta e capillare azione di prevenzione tramite la diffusione di materiale che contiene le informazioni necessarie ad allertare i lavoratori della filiera, con le informazioni fondamentali per difendersi dall’amianto e con indicazioni specifiche su come comportarsi di fronte al pericolo. In particolare con questo opuscolo si propone di offrire uno strumento che consenta ai lavoratori e cittadini un rapido orientamento, ovviamente suscettibile di approfondimenti, nelle pratiche di patronato, legali e amministrative.

VAI ALLA GUIDA >>

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter