Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

sindacato nuovo1200x333

Sindacato Nuovo, Aprile 2021. Tre domande al Presidente dell'Autorità nazionale Anticorruzione Giuseppe Busia.   

 

Potrebbe descriverci il ruolo dell’ANAC e le sue funzioni?

L’Autorità nazionale anticorruzione si occupa di prevenzione della corruzione nell’ambito delle amministrazioni pubbliche, nelle società partecipate e controllate anche mediante la vigilanza sulle incompatibilità e inconferibilità degli incarichi pubblici in ogni settore della pubblica amministrazione che potenzialmente possa sviluppare fenomeni corruttivi, dell’attuazione della trasparenza in tutti gli aspetti gestionali, nonché dell’attività di vigilanza nell’ambito dei contratti pubblici. L’ANAC si prefigge di effettuare la vigilanza senza aggravare i procedimenti con ricadute negative sui cittadini e sulle imprese, ma orientando i comportamenti e le attività degli impiegati pubblici, con interventi in sede consultiva e di regolazione, nonché mediante attività conoscitiva. L’ANAC vigila per prevenire la corruzione creando una rete di collaborazione nell’ambito delle amministrazioni pubbliche e al contempo aumentare l’efficienza nell’utilizzo delle risorse, riducendo i controlli formali, che comportano tra l’altro appesantimenti procedurali e di fatto aumentano i costi della pubblica amministrazione senza creare valore per i cittadini e per le imprese.

Il PNRR metterà a disposizione ingenti risorse che alimenteranno il circuito degli appalti ed i rischi di possibili fenomeni corruttivi sono ben noti. Come pensa di agire in qualità di Presidente dell’ANAC per prevenire tali rischi?

La prevenzione dei fenomeni corruttivi oggi deve partire da un maggiore livello di trasparenza e quindi passare innanzitutto dalla digitalizzazione delle procedure di gara. Pertanto, come Presidente dell’ANAC in un momento particolarmente complesso per il Paese mi sono reso parte attiva con tutti i soggetti istituzionali competenti per promuovere il ruolo dell’Autorità nazionale anticorruzione e in particolare della Banca dati nazionale dei contratti pubblici (BDNCP) istituita presso l’ANAC.

...prosegui la lettura, pag. 5 e 6 di Sindacato Nuovo >

facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter