Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

18.01.13 Massima fiducia "nell’operato della magistratura in una vicenda che rappresenterebbe, nel caso della conferma delle accuse, un grave ed ennesimo esempio di quanto il settore delle costruzioni, in particolare quello delle infrastrutture, siano attrattiva di interessi illeciti anche da parte delle grandi organizzazioni criminali e anche, come si sostiene da tempo, a Firenze e ovunque gli interventi infrastrutturali muovano centinaia di milioni di euro." A parlare sono le segreterie di Fillea Filca Feneal di Firenze, intervenute oggi sulla vicenda legata all'inchiesta sui cantieri per la realizzazione dle passante e della stazione verroviaria Alta Velocità di Firenze.
"Siamo allarmati non solo dai fenomeni riscontrati dalle indagini ma anche dal futuro di circa 200 dipendenti che tra Contraente Generale, affidatari, subappalti e aziende dell’indotto gravitano intorno a quell’opera. Preoccupati per chi c’è e per chi sarebbe dovuto arrivare" proseguono i sindacati, che ricordano "questo cantiere rappresenta infatti una delle poche opportunità di ripresa, insieme ai cantieri della tratta autostradale e le linee della tramvia, in un territorio dove l’occupazione in edilizia è calata di circa il 20% nell’ultimo biennio. Da tempo si attendeva che la produzione nel secondo lotto andasse a regime in quanto, anche a livello nazionale l’ultimazione di alcune grandi opere e i ritardi nella partenza di nuovi interventi fa si che le decine di migliaia di lavoratori locali e trasferisti concentrino le loro speranze di lavoro su questi grandi cantieri che possono raggiungere alcune centinaia di addetti.  Pensiamo inoltre che il settore necessiti di più controlli nella selezione delle imprese e della regolarità del loro operato per garantire che non emergano, in fase di esecuzione, situazioni di illegalità che rischiano di scaricare sui lavoratori incertezza e disagio."
Per questi motivi "ci auguriamo che la magistratura possa fare chiarezza nei tempi più rapidi sulle responsabilità di tutti i soggetti coinvolti dalle indagini e che possa essere data continuità al lavoro di operai, tecnici, impiegati che oggi si domandano quale futuro possa avere l’opera e il loro impiego" concludono Fillea Filca Feneal di Firenze, annunciando che "nei prossimi giorni chiederemoincontri alle istituzioni per rappresentare l’emergenza occupazionale tentando di trovare soluzioni che diano garanzie al lavoro e impediscano che condotte illecite possano gravare, oltre alle condizioni già drammatiche della crisi, sulle spalle dei lavoratori."

 

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter