Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Agenda FilleaFlickr FilleaTube twitter 34x34 facebook 34x34 newsletter mail 34x34 busta paga 40x40Calcola
la tua busta paga

domani ci sara logo 1200

soloStatoCrisi21.01.13 Il diario settimanale delle crisi nel settore delle costruzioni, attraverso la lettura dei quotidiani locali. A cura dell'Ufficio Stampa Fillea Cgil Nazionale


21.01.13 BRESCIA. IO, EDILE DISOCCUPATO A SESSANT'ANNI
"Signor direttore, sono un sessantenne in disoccupazione ordinaria, tale trattamento terminerà in aprile e quindi se fosse stato ancora in vigore il vecchio «Scalone» avrei raggiunto l'età pensionabile più o meno in quel periodo. Insomma parlando per metafore, tirando la cosiddetta cinghia avrei potuto come si dice in gergo calcistico difendere il risultato ... fare catenaccio. Mentre, invece, con l'attuale legge mi restano ancora due anni, con l'aggravante ohe oltre a rimanere senza lavoro dovrei anche versare due anni di contributi volontari" La lettera di un lavoratore edile


EMILIA ROMAGNA. LA CRISI METTE IN CRISI L'INPS
20.01.13 Si allungano i tempi per ricevere la cassa integrazione. Per molti lavoratori oltre al danno la beffa "Ritardi dovuti all' aumento delle pratiche". Il caso della Comeca: arretrati di ben sette mesi


20.01.13 SARDEGNA. CRISI ITALCEMENTI
Un altro biennio di cassa integrazione per i dipendenti di Italcementi. Dal primo febbraio i lavoratori, a rotazione, saranno costretti a ricorrere alla cigs, l'ammortizzatore in deroga che consentirà di andare avanti durante il periodo di allontanamento dal posto di lavoro. L'azienda erogherà 550 euro al mese come sostegno al reddito e si farà carico di spese sanitarie e scolastiche dei figli dei lavoratori sospesi per più di 6 mesi. La situazione nel sito di Samatzai


19.01.13 BRESCIA. GRUPPO VELA, SCIOPERO GENERALE
Lavoratori e sindacati: no alla scomparsa dell'attività, investimenti per la ripresa produttiva. Adesione al 100 % dei dipendenti del gruppo, la maggior parte alle prese con ammortizzatori sociali


19.01.13 VENETO. VIAGGIO NELLE AZIENDE DEL LEGNO IN GINOCCHIO
Non si respira affatto ottimismo nel settore del legno e dell' edilizia in questo primo scorcio del 2013. Anzi. «Se non facciamo qualcosa saremo spazzati via - commenta Enrico Coceani, sindacalista della Fillea Cgil -. Quest'anno, e in alcuni casi a breve, in molte aziende scadranno gli mmortizzatori sociali. Bisognerà, pertanto, capire che cosa potremo fare per fronteggiare la crisi del comparto e il calo della produzione


18.01.13 MANTOVA. SAVIOLA: ACCORDO QUADRO PER BLOCCARE 206 LICENZIAMENTI
Al via le assemblee dei lavoratori del Gruppo Mauro Saviola per esprimere il voto sull'accordo quadro siglato mercoledì a Firenze dall'azienda e dalle organizzazioni sindacali. L'intesa prevede il congelamento dei 206 licenziamenti annunciati in dicembre dal gruppo viadanese, gestendo gli esuberi mediante il ricorso alla mobilità volontaria, alla cassa integrazione ed ai contratti di solidarietà.

 

17.01.13 ESUBERI ALLA HOLCIM. SCIOPERO RIUSCITO, ORA A ZURIGO
Il vento gelido non ha fernato i lavoratori del cementificio Holcim che a Temale e a Merone (nel Comasco) ieri sono scesi in strada per una giornata di sciopero dopo l'annuncio da parte dell'azienda di 180 esuberi. l s ndacati sono soddisfatti: l'adesione è del 100% sia tra gli operai che tra gli impiegati. E ora, in attesa di una convocazione da parte dell'azienda che ha dichiarato di voler dialogare per trovare soluzioni condivise, i dipendenti che temono di venir licenziati pensano a una mossa clamorosa: addirittura una marcia su Zurigo dove ha sede la casa madre della multinazionale leader mondiale nella produzione di cemento e calcestruzzo, con stabilimenti e siti estrattivi in tutta Europa.

 

17.01.13 PISTOIA. EDILIZIA CRISI NERA
Si è fermata a 867.071 ore la corsa della cassa integrazione autorizzata nel 2012 per le aziende del settore edile. L'anno scorso non si era andati oltre le 628.000 ore, nel 2010 le autorizzazioni furono per 726.000 ore. Il che fa un aumento, tra 2011 e 2012, del 38%, contro una media regionale del 10,2%, l'anno prima una crescita del 19,3%


16.01.13 PISTOIA. DISTRETTO DEL MOBILE MAGLIA NERA PER I LICENZIAMENTI
E' stato un Natale di licenziamenti per il distretto del mobile quarratino. Alle grandi chiusure annunciate sul territorio, come quella della Spagnesi spa (oltre 40 dipendenti) prevista per fine anno, si aggiungono quelle della piccola impresa locale


16.01.13 MODENA. CHIUDONO I BATTENTI ALLA CALCESTRUZZI VIGNOLA
Chiudono i battenti alla 'Calcestruzzi Vignola', che aveva investito negli impianti per la produzione di bitume mai partiti a Magazzini. E con l'avvio del concordato liquidatorio si apre la cassa integrazione straordinaria, anticamera della perdita del posto di lavoro, per i 20 dipendenti della ditta savignanese. E a Medolla chiude l'Oece

 

12.01.13 SICILIA. CORSA CONTRO IL TEMPO ALLA FANTINI
L'ipotesi di un concordato preventivo con i creditori da parte delle aziende del Gruppo Fantini sta diveno tando sempre più una realtà. Anche se notizie ufficiali non vengono ancora direttamente diramate dal Gruppo Fantini, la cui proprietà è impegnata a salvare aziende e posti di lavoro dallo spettro chiusura, conferme che si sia avviato un concordato preventivo con i creditori giungono dai sindacati

 

12.01.13 PRATO. SESSANTA OPERAI IN CASSA
La crisi non accenna a diminuire e colpisce due aziende di due settori diversi, ma ugualmente in difficoltà: l'edilizia e il tessile. 112013 inizia subito con un boccone amaro che si concretizza in due accordi per l'attivazione della cassa integrazione per un totale di 60 dipendenti coinvolti

 

12.01.13 PAVIA. CONTRATTO DI SOLIDARIETA' ALLA KERAPLAN
Keraplan salva metà dei posti di lavoro con i contratti di solidarietà. L'accordo con i sindacati e Confindustria è stato raggiunto ieri l'altro: lunedì sarà firmato ufficialmente il provvedimento, che riguarda per un anno tutti e 21 i dipendenti dei cinque i reparti. Lavoreranno il 55% in meno delle ore guadagnando 1'80% della busta paga attuale, con la consapevolezza di aver contribuito a scongiurare gli esuberi almeno per dodici mesi

 

VAI AI RITAGLI DELLA STAMPA LOCALE

NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività Fillea? Compila il modulo sottostante e riceverai periodicamente la nostra newsletter.
facebook youtube twitter flickr
agenda busta paga mail newsletter